INTEGRATORI: GLUTATIONE, IL DOTTOR GALIMBERTI RISPONDE E CI INSEGNA COME ASSUMERLA

Il Dottor Damiano Galimberti risponde alle domande più importanti relative a questo integratore: il GLUTATIONE

Abbiamo lungamente parlato degli integratori negli scorsi articoli, ma è sempre importante approfondire al massimo e aiutare i consumatori a comprendere funzioni, assunzioni, formulazioni e benefici che si possono ottenere da ogni integratore, in questo caso parleremo nello specifico del GLUTATIONE.

integratori glutationeGLUTATIONE: FUNZIONI PRIMARIE

 A cosa serve il Glutatione? Si dice che sia così speciale!

  • Il glutatione è noto principalmente per la sua funzione sia come antiossidante naturale prodotto dall’organismo stesso, sia come anti radicali liberi.
  • Nelle cellule e negli organi partecipa a diversi processi: dalla produzione e riparazione dei tessuti, alla sintesi di proteine e altre molecole, passando per il coinvolgimento nelle difese immunitarie.
  • Ha un’ottima azione detossificante, diventando quindi un pilastro nei trattamenti anti-età, contrastando l’invecchiamento, prevenendo le malattie dell’epidermide e favorendo una pelle più tonica, luminosa e ringiovanita.
  • Rallenta la formazione di melanina e quindi dell’iper-pigmentazione e aiuta a contrastare la formazione di dismelanosi cutanee.
  • Incrementa l’energia fisica

Poche di noi conoscono il Glutatione, perché è così importante?

E’ un cofattore della glutatione-perossidasi (GPX), che le consente di svolgere la sua azione antiossidante. Inoltre ha un’azione disintossicante, pro-immunitaria, protettiva nei riguardi del Sistema Nervoso Centrale.

Il glutatione è un forte antiossidante, sicuramente uno dei più importanti tra quelli che l’organismo è in grado di produrre. Rilevante è la sua azione sia contro i radicali liberi o molecole come perossido di idrogeno, nitriti, nitrati, benzoati e altre.

E’ vero che è difficile trovare integratori che siano biodisponibili (cioè che vengano davvero assimilati dall’organismo)? Il Glutatione è un integratore biodisponile, ma poco conosciuto alle masse, nonostante le sue importanti funzioni,ecco perché:

Nonostante le evidenze cliniche incoraggianti, esistono oggi diversi dubbi, soprattutto di natura farmacocinetica, relativi alla reale utilità dell’integrazione con glutatione. Dubbi legati alla sua modalità di somministrazione.

Recentemente la letteratura ha però evidenziato come formulazioni di glutatione ridotto (L-glutatione) veicolati per via sub-linguale, consentono il raggiungimento di livelli terapeuticamente efficaci.

A chi è consigliato?

A tutti

 

 

 

Potrebbe piacerti anche